Vacanze in Salento, in tre!
  • Durata: 10 notti, 11 giorni
  • Pernottamento: 6 notti Appartamento; 4 notti Hotel

 

Le vacanze in Salento per noi sono state una piacevole sorpresa per diversi motivi.

Primo fra tutti è stato l’aver organizzato tutto il viaggio in pieno stile last minute in quanto abbiamo saputo quanti giorni avremmo avuto a disposizione soltanto qualche giorno prima della partenza. Come spesso ci succede siamo partiti un po’ all’avventura senza particolari pianificazioni, se non appunto il volo a/r ed il luogo di pernottamento.

Il Secondo motivo è che non ci aspettavamo che fosse tutto così bello. Spesso andiamo a ricercare il mare particolare o le spiagge più belle all’estero, senza considerare che l’Italia è una penisola fantastica piena di spiagge suggestive ed incredibili. Ci avevano detto che era bello il Salento e dalle foto lo sembrava per davvero, ma viverlo è ancora un altra cosa.

Terzo motivo, abbiamo sempre sostenuto che avere un bimbo non avrebbe fermato la nostra voglia di viaggiare ed esplorare posti sempre nuovi e per questo non ci siamo soffermati troppo nel pensare se avremmo avuto degli impedimenti. Siamo partiti con l’idea che Christian si sarebbe adattato con facilità ed anzi si sarebbe anche divertito e così per fortuna è stato.

 

La base logistica

Visto che avevamo deciso di sfruttare a pieno i 10 giorni a disposizione l’idea era quella di vedere più posti possibile tra spiagge e città, per cui abbiamo scelto come base logistica la bellissima Lecce. Una città incantevole piena di storia e dall’inconfondibile stile barocco, dalla piazza del duomo alla cattedrale, fino alla basilica di S.Croce. E’ chiamata anche la “Firenze del Sud”, bella di giorno movimentata di sera grazie all’esteso centro storico e la miriade di locali per la ristorazione capace di soddisfare i palati più sopraffini. L’abbiamo scelta in quanto si trova praticamente al centro della penisola e dista 11 km dalla costa adriatica e circa 22 km da quella ionica e rende facili gli spostamenti in giornata. Abbiamo deciso di alloggiare in un appartamento in modo da facilitare la preparazione dei pasti per Christian (1 anno e 4 mesi) per la prima settimana ed restanti giorni in Hotel in quanto l’appartamento era disponibile solo una settimana.

Giornata tipo

Sveglia presto, colazione e preparazione del pranzo per Chris da portare nel thermos per ogni evenienza, poi partenza verso la destinazione scelta. Solitamente organizzavamo la giornata per visitare una spiaggia al mattino e poi sfruttare il riposino post-pranzo di Christian per gli spostamenti in auto verso altre mete fermandoci lungo il tragitto per immortalare scorci paesaggistici.

Le spiagge più belle

La curiosità verso le spiagge era molta, volevamo vedere dal vivo il colore dell’acqua turchese e le sabbie bianche conosciute solo in foto. Per questo tra le prime destinazioni abbiamo scelto una zona sulla costa ionica dove la finissima sabbia bianca e il mare trasparente che riflette il blu intenso del cielo hanno dato l’appellativo di Maldive del Salento. In particolare siamo stati prima a Torre Pali per poi spostarci al “Lido MaldiVe del Salento”.  

Un altra zona fantastica che si trova più a nord rispetto alle maldive è quella di Punta Prosciutto, mare cristallino e spiaggia bianca. Bellissima anche Torre Lapillo e la più conosciuta Porto Cesareo. Località fantastiche tanto che ci siamo tornati per due giorni consecutivi per potercele gustare a pieno.

Dalla parte adriatica invece molto bella Torre dell’Orso che ha anche un piacevole centro dove si trova un parco divertimenti per bambini attrezzatissimo.

Più a sud verso Otranto da fare una capatina alla Baia dei Turchi. La baia ha una spiaggia bianca protetta dalla pineta e scogliere di tufo a delimitarla. E poi ovviamente Otranto che oltre ad essere incantevole come città dispone di alcune spiagge di sabbia molto suggestive.

Attrazioni naturali

A livello di elementi panoramici sicuramente non siamo rimasti a bocca asciutta, anzi al contrario a bocca aperta. Nei pressi di Torre dell’Orso troviamo i famosi Faraglioni di Sant’Andrea, suggestivi e giganteschi faraglioni bianchi che affiorano dalle acque turchesi.

Più a sud nel comune di Meledugno troviamo la fascinosa Grotta della Poesia, un angolo di paradiso, sito archeologico e piscina naturale.

A sud di Otranto continua ad incantare il panoramico Porto Badisco dove è anche possibile fare il bagno.  

Con un piccolo sforzo si arriva fino in punta alla penisola, alla famosa Santa Maria di Leuca dove uno spettacolo naturale ci attende. Ci sono punti panoramici dove è possibile vedere una linea netta che rappresenta l’unione dei due mari, chiaramente visibile grazie alle diverse colorazioni.

Le città che non ti aspetti

Otranto è stata la sorpresa più grande. Si trova sul punto più ad est della penisola ed è praticamente una fortezza sul mare, il cui borgo antico è racchiuso dalle mura. Tra i borghi più belli d’italia senza considerare le spiagge caraibiche che la circondano.

Se si vogliono vedere i caratteristici trulli, da non perdere loro paese per eccellenza: Alberobello, dove è presente un intero quartiere fatto di queste curiose costruzioni, dichiarate patrimonio dell’umanità dall’Unesco.P

Polignano a Mare è da vedere, almeno una volta nella vita. Un borgo molto suggestivo, con le sue balconate a picco sul mare ed i punti panoramici è un piacere per gli occhi.
Lama Monachile è il luogo più conosciuto in assoluto di Polignano, una caletta tra due pareti di roccia utilizzata come approdo in antichità. Qui si trova un incredibile e lussuoso ristorante scavato nella roccia con una vista sul mare mozzafiato. Se invece si opta per qualcosa di più semplice, consigliatissimo il panino con il polpo o il granchio. Sul lungomare è presente anche una statua di Modugno.

Gallipoli è la “città bella” o “perla dello ionio” che ti conquista fin da subito con le sue passeggiate panoramiche, il porto dei pescherecci ed il borgo antico. Ricca di arte e cultura, ma anche centro di divertimento, è forse la più completa cittadina sul mare che abbiamo visitato. Difficile non innamorarsene ed intrattenersi almeno fino al tramonto gustandosi un aperitivo dalle sue mura con visuale sul mare.

Ostuni con i suoi vicoli e gli scorci sul mare, una cittadina dove sembra che il tempo si sia fermato.

Questo è soltanto un assaggio di ciò che potrete visitare del Salento, se ne potrebbe parlare per ore senza annoiare mai per la magia che riescono a trasmettere i suoi borghi incantevoli e le sue spiagge cristalline. Il Salento con i bambini è molto consigliato, piacere per gli occhi, per la gola ed indimenticabile e piacevole scoperta.