100 paia di scarpette

Come ho sempre detto, il mio sogno più grande era di fare la mamma. Fin da piccola mi divertivo con bambole e bambolotti, a vestirli, gli cambiavo abiti di continuo. Era il mio gioco preferito, passavo pomeriggi interi a vestire le barbie e fare la mamma con cicciobello.

E con gli anni la cosa non è cambiata. A 29 anni sono diventata mamma per davvero.

Da grande amante della moda, della femminilità e dello shopping  ero convinta che avere una figlia femmina sarebbe stato uno spasso, proprio per riempire quel magico armadio di vestitini, gonnelline e perchè no mille scarpine.

Quando ho scoperto di aspettare un maschietto ero piuttosto preoccupata: sarò costretta a vestirlo con le tutine dei supereroi? Mi ripetevo quanto sarebbe stato noioso vestirlo, i maschietti sono sempre vestiti uguali. Ed al posto di tutte quelle meravigliose scarpine da femmina cosa gli avrei fatto indossare?

Poi è arrivato Christian e devo ammettere che a mia grande sorpresa mi sono ricreduta, anzi adesso mi diverto tantissimo, nonostante abbia un armadio pieno di vestiti continuo a fare shopping quasi sempre per lui. Trovo che i capi per i maschietti siano più ricercati e devo dire che la moda per loro, negli ultimi anni, ha fatto passi da gigante.

Ci si può davvero sbizzarrire. I primi mesi cambiavo Christian almeno 2/3 volte al giorno di vestito (non scherzo!!). Amavo gli aabinamenti, scegliere i completini e mettergli le cosette un pò più carine anche per stare a casa, con tanto di mocassini. Lui si lasciava fare tutto e riempiva le mie giornate con i suoi sorrisi, non si lamentava affatto!  Mi divertivo a fotografarlo, non perdevo attimo, credo di aver accumulato davvero tantissime foto. Lui era il mio bambolotto, il più bello e meraviglioso che avrei mai potuto desiderare nella vita. Certo con lo svezzamento le cose sono leggermente cambiate, si macchiava davvero un sacco e purtroppo la pappa non era così semplice da fare andare via. Quindi mi sono un pochino “calmata”. Ma non per uscire certamente. Amo vedere i bambini curati e ben vestiti, non per forza bisogna spendere follie, ma bisogna trovare il giusto compromesso tra qualità/prezzo e comodità/stile.

La camicia in particolare è un must, si abbina al jeans, al pantaloncino da tutti i giorni, ci aggiungi il papillon e fa subito figo! E vogliamo parlare delle scarpe? Christian, nel suo primo anno di vita, avrà avuto almeno 20 paia di scarpine e mi vergogno a dirlo ma ne avrà quasi 30 adesso. Ok lo ammetto sono un’ amante seriale di scarpe e lui ha preso da me. Povero papà! Lui convinto che mi sarei limitata con il maschietto e invece anche Chris ha preso dalla mamma, ogni mattina è lui che si sceglie le scarpe, ed ha anche le sue preferite e ogni tanto le abbina pure perfettamente con l’outfit che indossa. Ogni tanto fa anche dei “danni” come l’altra mattina uscendo per andare al nido aveva dei pantaloncini beige e una t-shirt bianca e voleva a tutti i costi gli scarponcini marroncini che si abbinavano perfettamente ai pantaloni, peccato che c’erano almeno 30° fuori. Oppure quella volta d’inverno che a tutti i costi siamo usciti con i sandali estivi in pieno inverno con tanto di calzino. Devo ancora spiegargli bene la differenza tra scarpe estive e quelle invernali ma questa è un’altra storia!

Di recente ho scoperto un negozio che mi fa letteralmente impazzire, Passocorto, scarpe classiche, di qualità, alla moda e super glamour. Proprio come piacciono a me! Hanno i brand più cool come le Golden Goose Deluxe Brand, Anniel, Atlantic Star, Dr Martens e tantissimi altri ancora.

Noi abbiamo preso diverse scarpine tra cui le scarpe della Natural world, di tela in tessuto naturale e caucciù, color azzurro, super fresche e leggere, senza chiusura e molto comode anche da usare quest’estate senza calzini per far correre Christian in tutta libertà senza rinunciare alla comodità.

Poi abbiamo scelto un paio di scarpe semiaperte della Falcotto che sono perfette per la bella stagione. La suola in gomma, morbida e flessibile e la fodera in pelle garantisce comodità in ogni momento della giornata. Calzarle è facilissimo, Christian le mette da solo grazie alla chiusura in velcro!

E per ultimo, indiscutibilmente la mia preferita, l’occhio di bue della Balducci, un’attenzione alla qualità e al dettaglio che danno vita a calzature uniche nel loro genere. Ogni scarpine è dotata di un fusbet estraibile e di un plantare anatomico anallergico e all’aloe, studiate per garantire la crescita naturale e armoniosa del piede. Rigorosamente in pelle, ma flessibili e leggera che permette la libertà di movimento. Sono di un eleganza pazzesca!

Non posso che consigliare davvero questo negozio, Passocorto, per la varietà di prodotti e la qualità dei marchi, da autentica amante delle scarpe sono rimasta molto soddisfatta.

In questi giorni iniziano i saldi, quale occasione migliore per farci un salto, io sicuramente lo farò!

Il negozio si trova a Fossano (Cn) e ad Arenzano (Ge), persone gentilissime e disponibilissime che sapranno soddisfare al meglio voi e i vostri bimbi!