In occasione del nostro 4° anniversario di matrimonio volevo condividere con voi quello che è stato per noi uno dei giorni più belli della nostra vita. Siccome all’anniversario eravamo in vacanza.. ho deciso di farlo in questi giorni che sono decisamente più tranquilla e rilassata, per potervi raccontare qualcosa in più su di me.

Dopo una romantica proposta di matrimonio nel giugno 2012, e dopo 8 anni insieme avevamo la necessità di fare il grande passo. Il 14 giugno 2014 avrei sposato l’uomo della mia vita.

Amo i matrimoni, mi sono sempre piaciuti ma quando si tratta del tuo, tutto ha un altro sapore. Da grande sognatrice quale sono, come ogni bambina sognavo la grande favola ed immaginavo tutto nei minimi dettagli.

Avevo già chiaro in mente l’abito che desideravo. Lo sognavo da sempre, semplice ma di impatto, leggero con un’ampia gonna in tulle e luce, tanta luce e un corpetto a cuore. Idee molto chiare e precise. E così è stato. Ho trovato l’abito dei miei sogni che avevo immaginato nella mia testa in atelier da “Alessandra Rinaudo” a Manta di Saluzzo. Quel giorno ero davvero molto emozionata, sono andata accompagnata da mia sorella ed i miei genitori e non volevo nessun altro in un’occasione cosi speciale, a condividere uno tra i momenti più magici per una donna.

Ecco che dopo alcuni modelli simili, mi tirano fuori l’abito dei miei sogni, quello che stavo cercando, nella sua semplicità è un sogno. L’ho amato dal primo istante che l’ho visto e lo adoro ancora oggi. Lo sceglierei altre mille volte ancora.

La cerimonia in chiesa, sicuramente, è stato il momento che ho preferito, non ero particolarmente  agitata ma molto emozionata, non vedevo l’ora di scendere dalla carrozza (e si mio marito mi ha fatto il regalo di farmi arrivare in chiesa proprio come una vera principessa) per attraversare la navata e andare verso l’uomo della mia vita.

        

La funzione in chiesa è stata bellissima, fresca e divertente, a detta di tutti gli invitati grazie a Don Mario davvero bravo che riesce ad emozionare ed ironizzare su qualsiasi cosa. Ci ha fatto scrivere una lettera di come ci siamo conosciuti e innamorati da leggere proprio in chiesa, davanti a tutti, l’ho trovata un idea sebbene all’inizio imbarazzante, davvero carina perchè abbiamo avuto modo di condividere con tutti gli invitati la nostra storia d’amore. (In un altro art magari ve la scrivo). Abbiamo scelto un coro gospel che ha dato quel tocco meraviglioso e gioioso e alla fine della funzione una ragazza ha cantato l’ave maria, da brivido! Mi aveva lasciata senza parole!

 

 

Per l’organizzazione del matrimonio non ho chiesto molti aiuti, nessuna wedding planner o altro, avevo le idee molto chiare e volevo dare il mio tocco personale nei dettagli, infatti molte cose sono state realizzate con le mie mani. Amo ideare e personalizzare ogni cosa, certo internet mi è stato di grande aiuto!

Come tema ho scelto le favole, quelle che fanno sognare ai bambini perchè era proprio così che vedevamo la nostra storia. 2 piccioncini che realizzavano e vivevano la loro favola d’amore. Il colore predominante è stato il total white ma con un leggero tocco del romanticismo del rosa su qualche dettaglio.

I fiori, tasto dolente perchè si sà che la spesa non è da sottovalutare e non vengono notati da tutti, appassiscono in fretta e in tanti ritengono sia una spesa inutile. Ma l’unica cosa che resterà oltre al nostro ricordo del giorno del matrimonio saranno le foto e i video, ed allora la scenografia, l’atmosfera e i colori dovranno essere impeccabili per creare una magica cornice a questi ricordi. Ogni sposa si chiede quali possano essere i fiori più belli, quelli che potranno esprimere al meglio la personalità degli sposi ed anche lo stile di quel giorno.

Bastava chiudere gli occhi, la delicatezza dei petali , l’eleganza e la raffinatezza di uno dei fiori più belli in assoluto: la Peonia, un vero inno dell’amore e la loro aria romantica non poteva che  conquistarci. Cercando su internet, all’epoca mi ero appuntata su un quaderno il suo significato.

La peonia è un fiore che simboleggia l’amore e la buona fortuna, la favola d’amore e il matrimonio. La peonia è un fiore romantico legato all’amore e alla purezza, in particolare le peonie bianche che incarnano la bellezza femminile.

              

Il tableau l’ho ideato e realizzato io, come se fosse un grande libro con tutte le favole all’interno. Le bomboniere erano delle semplice scarpette che avevano la funzione di cavatappi in rappresentanza della scarpetta di cristallo della meravigliosa favola d’amore di Cenerentola.

Ho messo a disposizione su un tavolo un guestbook, dove ogni invitato poteva lasciare un messaggio, una dedica …parole per noi preziose da rileggere in futuro per rivivere le emozioni di questo giorno. Inoltre abbiamo omaggiato delle infradito e ventagli per le donzelle.

Per il momento del primo ballo degli sposi abbiamo deciso di fare una piccola sorpresa ai nostri invitati intrattenendoli con un balletto a sorpresa , inizialmente abbiamo ballato “Angel” di Robbie Williams per poi scatenarci con una bella sfida e finire di nuovo con “Angel”. E’ stato davvero divertente ed è piaciuto a tutti!

Che aggiungere? E’ stata una giornata ricca di emozioni. E’ stato tutto come l’avevamo desiderato, non vi nego però che il giorno dopo provavo un mix di emozioni contrastanti, quello che avevamo appena vissuto non sarebbe mai più tornato ma ci aspettavano tante pagine da scrivere, perchè anche se sappiamo che la vita non è una favola, in fondo a noi piace sognarlo…