Il Mio Primo Grande Amore

Ho conosciuto Giuseppe più di 12 anni fa, parecchi anni dal nostro primo incontro ma ricordo ancora perfettamente ogni singola cosa; i suoi inviti ad uscire, le sue telefonate, i suoi dolcissimi e infiniti messaggi, ma essendo una ragazza parecchio timida mi sono sempre fatta desiderare… prima di accettare finalmente di uscire con lui.
C’era qualcosa in lui di speciale, ma non riuscivo a capire cosa fosse…(oppure si?) mi faceva stare bene, ogni giorno mi mandava il messaggino del buongiorno, della buona notte..la sua dolcezza era disarmante, non passava giorno senza i suoi messaggi, senza il suo “Come stai?”…e da quel messaggino innocente passavamo delle ore a parlare… all’epoca non esisteva WhatsApp quindi non vi dico le infinite ricariche abbiamo fatto alla vodafone!
Da un’inguaribile romantica che sono, tutti quei messaggi, la sua tenerezza, le sue parole, la sua “presenza” mi facevano sognare.. lui era speciale, era quel tipo di ragazzo romantico al punto giusto, che mi corteggiava senza essere invadente ne pesante, dolce ma con un pizzico di ironia e simpatia.. perchè sì lui mi faceva anche morire dal ridere! Aveva sempre la battuta pronta… lui mi attraeva ed io non riuscivo più a farne a meno.
Dopo mesi ( si avete letto bene dopo mesi di messaggi, chiamate e inviti ad uscire) finalmente mi ero decisa a mettere da parte quella timidezza che mi bloccava ed accettare il suo invito. Ricordo tutto di quella sera, io credo molto nel destino e sono sicura che il destino aveva già deciso per noi.
Ricordo perfettamente come mi sono vestita quella sera ( anche perchè ancora adesso ridiamo perchè a pensarci sembravo un confetto) maglioncino rosa, jeans, stivaletti rosa e un bel giubottino rosa…


Quando ho incrociato quello sguardo ho capito che di lui me ne sarei innamorata. Non so spiegare il perchè. Ho sempre creduto nelle favole, nel principe azzurro.. ancora adesso ci credo, credo nella magia, credo nell’amore, l’amore quello vero.

Quella sera ero agitata molto agitata. Ricordo l’emozione di quando mi ha dato quel bacio dolce sulla guancia, le sue mani che sfioravano le mie “per sbaglio” mentre guidava, ricordo ogni singola cosa.
Siamo andati in un semplice locale a Saluzzo; quella sera non ho smesso un secondo di ridere… quel ragazzo così dolce, così speciale mi faceva ridere così tanto… aveva sempre la parola giusta nel momento giusto. Devo dire che da quel lontano inverno 2005 non ci siamo mai più lasciati. Chiamatela fortuna, chiamatelo destino; c’era qualcosa in lui di unico!
Lui che mi corteggiava “a distanza” , lui che fin dal primo istante mi ha riempita di attenzioni; lui che dopo ben 12 anni insieme continua a stupirmi, continua a rendermi felice.

Lui l’uomo più meraviglioso che io conosca, lui che è davvero tutto ciò che ho sempre desiderato. Un marito presente, generoso e premuroso. Un marito e papà esemplare.
A lui che continuo a scegliere, a lui che continua a darmi il bacio del buongiorno e della buona notte e se non riesce a farlo perchè magari io parto prima per andare al lavoro lo fa attraverso quel dolce messaggino di 12 anni fa…”Buongiorno principessa….”

A te amore mio dico Grazie, grazie per rendere la mia vita così perfetta perchè anche se a volte sono arrabbiata, stanca, io non potrei essere quella che sono adesso se non grazie a te.
Grazie per avermi fatto conoscere l’amore più grande che una donna possa desiderare, quello di un figlio. Perchè è tutto merito tuo se oggi siamo la famiglia che siamo.

Ti amo infinitamente
Jorgelina